Funnel Marketing

Il Funnel Marketing nel 2024: Come aumentare le tue conversioni digitali

Getting your Trinity Audio player ready...

Funnel Marketing significato ed applicazioni

Il funnel marketing, noto anche come “imbuto di conversione”, è una tecnica di marketing che mira a guidare i potenziali clienti attraverso diverse fasi, dalla scoperta del prodotto o servizio fino all’acquisto. Il nome “imbuto” si riferisce al fatto che il numero di persone che progrediscono attraverso le fasi del funnel è destinato a diminuire man mano che si avvicinano alla conversione finale.
Nello specifico, il funnel marketing è composto da quattro fasi principali: attrazione, considerazione, conversione e fedeltà. Ad ogni fase strategica del funnel si possono associare degli strumenti digitali specifici per raggiungere il proprio target.

Il funnel marketing digitale: differenze con il funnel marketing tradizionale

Il funnel marketing digitale differisce dal funnel marketing tradizionale principalmente perché utilizza strumenti e canali digitali per raggiungere e guidare i potenziali clienti.
Sono, infatti, il web, i dispositivi mobili e i social media i mezzi con cui viene catturata l’attenzione degli utenti per poi fornire loro informazioni e valore, convertirli in clienti e mantenere una relazione a lungo termine.

Il funnel marketing tradizionale, invece, utilizza canali di marketing tradizionali come la stampa, la radio e la TV per raggiungere i potenziali clienti. Spesso si basano su un contatto diretto con gli utenti, ad esempio tramite chiamate o incontri in persona.

Alcuni dei vantaggi che offre il funnel marketing digitale rispetto al tradizionale sono:

  1. precisione: nell’individuare gli utenti potenzialmente interessati a un determinato prodotto o servizio, poiché utilizza dati e analisi per segmentare il pubblico di destinazione;
  2. flessibilità: è possibile raggiungere un pubblico globale e apportare modifiche in tempo reale;
  3. economicità: i costi di pubblicità e di marketing digitali sono spesso più bassi rispetto ai canali tradizionali;
  4. personalizzazione e interazione con i potenziali clienti, utilizzando strumenti come i webinars, i contenuti educativi e i sondaggi.

Le fasi e gli strumenti del funnel Marketing digitale

Attrazione del cliente

La prima fase, l’attrazione, consiste nel catturare l’attenzione dei potenziali clienti attraverso contenuti che siano in grado di rispondere a specifiche esigenze del potenziale cliente.
In questa fase, l’obiettivo è quello di generare interesse e curiosità per il prodotto o servizio offerto.

Strumenti digitali nella fase di attrazione

In questa fase gli strumenti più idonei sono la SEO, i social media, la pubblicità su Google e Facebook, i contenuti virali e i giochi a premi. Inoltre, i contenuti educativi e di intrattenimento come i blog, i video e le infografiche possono aiutare ad attirare l’attenzione del pubblico e generare interesse per il prodotto o servizio offerto.

Fase del Valore

La fase successiva, la considerazione, mira a fornire informazioni e valore ai potenziali clienti, in modo da aiutarli a comprendere meglio il prodotto o servizio e a valutare se soddisfa le loro esigenze.

Strumenti digitali nella fase del valore

Gli strumenti più idonei in questo momento possono essere i webinar, i contenuti educativi, le demo, i test gratuiti e le recensioni dei prodotti. Inoltre, i contenuti interattivi come i quiz e i sondaggi possono aiutare a raccogliere informazioni sui potenziali clienti e a personalizzare l’esperienza utente.

Convertire l’interesse dei clienti

La fase di conversione è quella in cui si chiede al potenziale cliente di effettuare l’acquisto o di compiere un’azione specifica, come ad esempio compilare un modulo di contatto o iscriversi a una newsletter. In questa fase è importante utilizzare una call-to-action efficace e fornire un’esperienza di acquisto fluida e senza problemi.

Strumenti digitali nella fase della conversione  

Giunti a questo punto gli strumenti più idonei si rivelano essere le landing page, i moduli di contatto, i carrelli della spesa e i sistemi di pagamento. Inoltre, le recensioni dei clienti e le testimonianze possono aiutare a creare fiducia e aumentare la probabilità di conversione.

Fase di fedeltà

Infine, la fase di fedeltà mira a mantenere la relazione con il cliente acquisito, offrendo supporto post-vendita, programmi di fidelizzazione e contenuti personalizzati. L’obiettivo è quello di trasformare i clienti acquisiti in ambasciatori del brand e di aumentare le possibilità di vendita ripetuta.

Gli strumenti per rimanere connessi con il cliente

In questa fase, gli strumenti più idonei possono essere i programmi di fidelizzazione, i contenuti personalizzati, le email di benvenuto e i sondaggi di soddisfazione. Inoltre, le community di clienti e i programmi di referral possono aiutare a mantenere la relazione con i clienti acquisiti e aumentare la possibilità di vendere un nuovo prodotto o servizio alla stessa persona.

Strumenti e fasi del funnel marketing digitale

Come monitorare un funnel marketing digital

Per monitorare un funnel marketing digitale è importante selezionare e definire i KPI (Key Performance Indicator) rilevanti per la tua attività, come ad esempio il tasso di conversione, il tasso di abbandono, il tasso di ritorno sull’investimento, e utilizzarli per valutare l’efficacia delle azioni intraprese.

Ci sono diversi strumenti per monitorare un funnel marketing, tra i quali non possiamo non ricordare:

  • Analisi dei dati: Utilizzare strumenti di analisi dei dati come Google Analytics per monitorare il traffico del sito web, le azioni degli utenti e i tassi di conversione in ogni fase del funnel.
  • A/B testing: Effettuare test A/B per confrontare diverse versioni di una pagina o di un’offerta per vedere quale funziona meglio e apportare modifiche in base ai risultati.
  • Sondaggi e feedback: Utilizzare sondaggi o questionari per raccogliere feedback dai clienti e comprendere meglio le loro esigenze e preferenze.
  • Monitoraggio dei social media: Utilizzare strumenti per monitorare i social media per valutare l’engagement dei clienti con i contenuti e le campagne promozionali.

Quali sono i tassi di conversione medi per un sito web?

I tassi di conversione sono un elemento cruciale del funnel marketing, in quanto è ciò che consente di valutare l’efficacia della “strettoia dell’ imbuto”. Più alto sarà il tasso di conversione maggiore sarà l’afflusso di clienti.

È per questo motivo molto importante avere un’ idea di quali siano i tassi di conversione medi per un sito web, pur rimanendo consapevoli che possono variare notevolmente a seconda del settore e del tipo di attività. Tuttavia, alcuni tassi di conversione medi comuni per un sito web realizzato in Italia* sono:

Tasso di conversione per gli acquisti: tra il 2% e il 5%

Tasso di conversione per i moduli di contatto: tra il 2% e il 10%

Tasso di conversione per le iscrizioni alla newsletter: tra il 10% e il 20%

Tasso di conversione per le visualizzazioni della pagina: tra il 20% e il 40%

Come abbiamo detto, questi sono solo alcuni esempi di tassi di conversione medi e possono variare notevolmente a seconda del settore, dell’attività, delle caratteristiche del sito web e del pubblico di destinazione. Ad esempio, un sito web di e-commerce ha un tasso di conversione medio del 3-5%, mentre un sito web di lead generation può avere un tasso di conversione medio del 10-15%.

*Fonte tassi di conversione medi

Per ora ci fermiamo qui e tu puoi approfittarne per rivedere il tuo funnel di marketing, o per crearne uno ex novo. E se preferisci essere affiancato da un professionista o delegare completamente il tuo funnel, non devi fare altro che scriverci.

Nel labirinto digitale, dove le storie di marketing si intrecciano con le strategie SEO e la gestione del tempo, il tuo sito web è la mappa che ti guida verso il tuo successo. Continua a esplorare e a migliorare e avvicinati sempre più al  prossimo capitolo della tua storia digitale. A presto!

Autore

  • Federico Gaspari

    Connetto piccoli business con il proprio pubblico di riferimento e li aiuto ad incrementare le loro vendite attraverso gli strumenti del marketing digitale. Mi piace generare curiosità e stimolare riflessioni e idee tramite la scrittura di articoli su questo blog. Proiettato al futuro ma sempre consapevole del presente e con uno sguardo rivolto al passato, sono convinto che ogni epoca possa insegnarci tanto e ispirarci quelle idee innovative che sono alla base di ogni successo. Per questo nel tempo libero, quando mi allontano dal mondo digitale, amo coltivare la mia passione per la storia e per l’agricoltura sostenibile. Quale modo migliore per unire passato, presente e futuro?

    Visualizza tutti gli articoli
Condividi i nostri articoli sui tuoi social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *